LA STORIA DEL CFP

Una storia lunga oltre 100 anni

La Scuola di Formazione Professionale “Giovanni Fontana” nasce nel 1904 come “Scuola popolare di disegno”, fondata allora dall’Amministrazione comunale per formare dei giovani scalpellini  alla lavorazione del marmo, agli albori come settore industriale in paese. L’esigenza di addetti al settore aveva portato alla creazione di questa realtà a cui accedevano i ragazzi della vallata del Chiampo.

Nel 1920 giunse a Chiampo il maestro Giovanni Fontana, educatore originario di Mussolente. Inizialmente maestro di scuola elementare, fu chiamato ad insegnare alla scuola popolare di disegno. Con Fontana ed altri validi docenti, tra cui lo scultore Ugo Pozza (padre del celebre editore Neri Pozza), la scuola sarà potenziata, con l’aggiunta di nuove discipline e materie di studio specifiche. Alla scuola venne dato nuovo titolo “Scuola di disegno e plastica”. Fontana ne sarà direttore per ben 48 anni, fino alla morte avvenuta nel 1968. 

Nel 1936 grazie all’interessamento della famiglia Marzotto di Valdagno, proprietaria allora dell’Industria Marmi Vicentini, venne realizzata la nuova struttura, in via Volta. La scuola, eretta da Gaetano Marzotto, divenne “Scuola d’arte e mestieri”, intitolata al padre Vittorio Emanuele Marzotto.

Nel corso degli anni, vista la crescente richiesta del mondo del lavoro, l’istituto si è specializzato in corsi di meccanica e segretaria d’azienda.

La Scuola di formazione dal 2004 è intitolata a Giovanni Fontana, così come la piazza antistante la struttura. Oggi, in risposta al mercato attuale, la scuola offre i percorsi di meccanica e pelletteria. E’ gestita dalla Fondazione Centro Produttività Veneto, con sede a Vicenza, ed è diretta dal dott. Roberto Peripoli, dirigente anche dei plessi di Zevio (VR) e Scuola d’arte e mestieri (VI). 

6.jpg